lunedì 25 novembre 2013

Quanto vale un like?



Ok questo post non è per niente fashion, si tratta più che altro di una riflessione intima che ho il piacere di condividere.

Ammettiamolo, noi siamo quelle tipe che si gasano per 10 - 20 - 30- 80 - 95 (etc) like su Instagram,su Facebook e Dio solo sa dove. Probabilmente anche voi, come me, si emozionavano quando qualcuno gli chiedeva la Smemo per poterci scrivere sopra, in fondo era quella la nostra bacheca 15 anni fa!
Oggi mi chiedo, ma quanto vale un like?
Quanti di noi cliccano su quei cuoricini di Instagram con convinzione?



L'idea, tremenda, che sguazza nel mio cervello da un po' di tempo è che gli unici "mi piace" sinceri siano quelli espressi dagli uomini. I MASCHI, in quanto esseri semplici, non avrebbero mai l'ingegno o la malizia di cliccare qui e lì solamente per essere più popolari o più simpatici.
No amiche, se il vostro fidanzato mette Like alle altre è perché gli piacciono, ma serio!

Tutto ciò mi è passato per la mente a causa delle solite polemiche su scambio di commenti, di "mi piace" di parteciperò e non so più di cosa. Io sono così distratta che dimentico anche di farvi gli auguri per il compleanno, come potrei mai ricordare ogni santissimo giorno di commentare qualcosa a qualcuno? Ma beate voi che ci riuscite e, ancor di più, beate quelle che hanno tanto tempo libero per pensare ai complotti.

Il lato social dela mia vita mi ha regalato grandi amicizie, emozioni nuove e persino una serie di lavori stimolanti ed interessanti. Se da un lato però adoro condividere con voi gioie e dolori della mia esistenza, aspetti romantici e ridicoli delle mie giornate, a volte vorrei eliminare tutti i miei account, formattare il pc, chiuderlo in un baule contenente dell'esplosivo e gettarlo nel profondo blu dell'oceano. Il perché è presto detto, troppo spesso tramite Facebook lasciamo trasparire insicurezze ed insoddisfazioni e la cattiveria del mondo non ha limite alcuno, ergo molte persone approfittano dei nostri "talloni da killer", rendendoci ancor più vulnerabili. Se a tutto questo aggiungiamo una buona dose di stalking quotidiano (non penso ai complotti, ma il tempo per questo lo trovo), l'angoscia è presto spiegata!



Lo so io e lo sapete anche voi, da Facebook non andrò via tanto facilmente, però una pausa da questo mondo fatto di selfie e numeri, potrei pure concedermela.
Caro Babbo Natale, che ne pensi di un bel viaggio?

3 commenti:

  1. quel che dici è vero, la maggior parte delle volte il problema nasce dal fatto che è più facile un like rispetto a metterci la faccia. a dire quel che si pensa direttamente alla persona a cui ci si rivolge. io me la prendo per tutto, ci resto male, mi sento ferita ma sto cercando di cambiare, di iniziare a fregarmene nel vero senso della parola, ma continuerò a impuntarmi per le cose che reputo importanti e finchè potrò combatterò l'ipocrisia che sui social dilaga!

    RispondiElimina
  2. Adoro questo articolo e a dire il vero mi rispecchio in molte frasi, un po' come se escono della mia mente che perfida dice "ehi, ma questo lo penso e l'ho pensato anche io".
    Anche io odio facebook anche perchè permette di controllare i like degli altri, il che la maggior parte delle volte non mi fa essere serena e felice per quanto io nella mia testa dica "ehi, ma è solo un like!", dato o ricevuto che sia.
    Basta..che poi rischio di passare per quella psicopatica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. abbiamo molto in comune allora, stai tranquilla!

      Elimina