giovedì 20 dicembre 2012

Seapunk: la tendenza che non ci serviva


Una mattina del 2011 un pazzo si è svegliato ed ha reso noto il suo sogno notturno su Twitter: "questa notte ho sognato di sostituire le borchie del mio giubbotto di pelle con delle conchiglie".
Un nuovo hashtag è nato ed è stata la fine.

Qualcuno (non si sa poi chi sia veramente il responsabile) ha dato vita ad una specie di movimento chiamato SeaPunk, letteralmente "punk del mare".
Si tratta di un pericolosissimo matrimonio tra il punk ed il kawaii, fatto di borchie e cavallucci marini.



I capelli delle donne che si definiscono seapunk rappresentano il reale motivo, per cui ho deciso di scrivere questo post.
Uno shatush dai colori pastello, tinte slavate possibilmente tendenti al verde o all'azzurro, da far invidia al più trasandato dei Mini Pony.
Qualche illustre rappresentante di questa tendenza:
Azelia Banks sirenetta rap, Lady Gaga portavoce un po' di tutto e Demi Lovato ex stellina della Disney.




lunedì 17 dicembre 2012

C'era una volta Miley Cyrus


C'era una volta in un mondo fatato fatto di musica country e jeans slavati, una dolce principessa dai capelli castani. Lei aveva grandi occhi da cerbiatto, una voce soave ed il suo nome deriva da "sorriso" (smile/smiley/miley), perché sapeva infondere al prossimo gioia ed amore.



Un giorno questa dolce fanciulla subì l'incantesimo crudele della bionda Taylor Swift la quale, con un terribile sortilegio riuscì a rubare il posto, la fama ed i fanS della bella Miley Cyrus.


La bionda Taylor trasformò Miley in una cantante meticcia, nata dall'unione di Rihanna nei suoi momenti migliori e Britney Spears nel 2007.


Arriverà un principe azzurro in soccorso di Miley Cyrus? Chi riuscirà a spezzare l'incantesimo?

venerdì 14 dicembre 2012

Ciao a tutti, sono Kristen Stewart

Salve a tutti, mi chiamo Kristen Stewart ed ho 22 anni.
Ho iniziato a lavorare nel mondo dello spettacolo da bambina ma ho raggiunto la celebrità nel 2008, quando ho un pazzo ha deciso che il ruolo della SPLENDIDA Bella Swan per la saga di Twilight, fosse perfetto per me.
Da allora è stato tutto un susseguirsi di red carpet, servizi fotografici, stilisti che mi regalano i loro splendidi abiti e attori famosi che (non si sa per quale motivo) scelgono di fidanzarsi con me.
Nel 2012 la classifica di Forbes mi ha segnalata come attrice più pagata di Hollywood, facendola in barba alle mie colleghe più talentuose.
Mi chiamo Kristen Stewart e questo è il mio portfolio espressivo:


Adesso secondo fonti non proprio attendibili, pare che il mio fidanzato Robert Pattinson, mi abbia lasciata a causa della mia scarsa igene personale e della carente cura della mia persona.
Per rimediare comunque ho deciso di indossare completi trasparenti ad ogni evento, in modo che Robert non si preoccupi dei miei capelli sporchi avendo altro a cui badare.



giovedì 13 dicembre 2012

Eterna come il sole


Le reunion fanno sempre ben al cuore, mettono di buon umore e ci fanno credere che il lieto fine possa esistere.

BEH NON E' COSI'.

Non illudetevi, le reunion sono una menzogna, un'illusione colma di falsità, abbracci, sorrisi ed abiti orrendi.
Deve essere stato certamente questo il pensiero di Victoria scopanelculo/foreveralone Beckham, altrimenti non si spiegherebbe il suo totale rifiuto di mostrarsi insieme alle "amiche" Spice alla prima di Viva Forever.
Si trattava della premiere del musical dedicato alla girl band più celebre di sempre, presso il  Piccadilly Theatre di Londra. Emma, Geri, Mel B e Mel C hanno festeggiato nei loro abiti meravigliosi (???) ed hanno lasciato che i paparazzi le fotografassero nei momenti di totale spontaneità.
Victoria ha scelto di raggiungerle insieme al suo avvilitissimo marito ed i suoi figli.





Insomma l'amicizia è proprio "everlasting like the sun".


ps. nutro un profondo e sincero amore per le Spice, specie per Emma.

mercoledì 12 dicembre 2012

All I want for Christmas is... pt2

La premessa di questo post è che sto puntando in alto. Me l'hanno sempre detto mamma e papà, "mai accontentarsi" ed io ci tengo ai consigli saggi dei genitori.
Adesso lasciatemi sognare, unitevi al mio frivolo viaggio mentale, fatto di amore e materialismo, di denaro ben speso e non si sa come anche in qualche modo ben guadagnato.


L'ordine dei miei desideri è assolutamente casuale, non rispetta una classifica per gradimento, io gradisco tutto.

Un posto dove gli uomini sono principi e le donne hanno capelli perfetti: Disneyland Paris.
Lo sapete tutti, io avrò per sempre 16 anni e so bene che l'adolescenza non giustifica un irrefrenabile passione per i cartoni animati e per i principi azzurri, ma se non altro mi aiuta in un'analisi critica del mio essere infantile.
Una vacanza a Disneyland mi attrae almeno la metà di quanto mi spaventa.
Si, l'idea di scoprire che dentro la maschera di quell'arrogante di Topolino si nasconde una donna, mi terrorizza non poco.
Un altro grandissimo problema che potrebbe porsi, durante un mio soggiorno tra Peter Pan e Paperino, è la possibilità di non voler tornare mai più a casa.



1.145,00 euro di bontà: Balenciaga City Bag.
La crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste, la crisi non esiste.



Sono orgogliosa di possedere un BlackBerry, adesso però datemi un iPhone per conquistare il mondo.
Onestamente ve le ho frantumate per anni con questa storia che io non avrei mai posseduto un iPhone perchè figlio del demonio ed avrei sostenuto sempre e comunque la mia causa in favore della BlackBerry.
Santo cielo, posso capire se me li regalassero sti maledette smartphone retrò, ma io li pago! Dunque perchè continuare a litigare con le more senza instragram, quando posso avere una mela superadvancedpro tutta mia?



Indossare ciò che indossano le star per sentirsi una di loro: House of Harlow 1960.
Ammettilo Nicole, saresti stata nulla senza di me!
Il mio smodato amore per questa donna, almeno da quando ha deciso di eliminare le extension ed ha smesso di alternare cellulitiche gambe ad ossute e scheletriche "cose".
Il mio amore per lei è sbocciato più o meno tra l'amicizia falsa con Lindsay Lohan e l'aver rubato il fidanzato a quella sfigata di Hilary Duff.
Adesso ho un assoluto bisogno di possedere qualcosa nata dalla creatività della materia grigia di Nicole (o chi per lei), devo avere un capo o un accessorio House of Harlow 1960.




Aggiungo un pacchettino di Tiffany & Co. anche vuoto. Solamente per provare il brivido.



martedì 11 dicembre 2012

Il meglio del peggio del 2012



5- Apriamo questa classifica con LA FACCIA DI KRISTEN STEWART. Occhi, naso e bocca appiccicati su un magrissimo volto di pelle bianca, privati di qualsiasi forma di espressività.



4- I PIGIAMI DI RIHANNA nel 2012 hanno veramente dato il meglio, presenziando con stile sui red carpet e durante i principali eventi che vedevano figurare la cantante tra la lista degli invitati.


venerdì 7 dicembre 2012

All I want for Christmas is... pt1


Oggi ho letto un post divertentissimo, una wish-list natalizia unita ad una pratica guida anti-crisi, in occasione della corsa ai regali di Natale.
La mia amica @LaZitellaAcida ha centrato il punto con almeno un paio di ipotetiche situazioni natalizie, concordo con lei per esempio nel voler abbandonare (dopo anni di devota fedeltà) il mio obsoleto BlackBerry per un sempreverde iPhone.
Convengo anche sul fatto che questo Natale sarà decisamente migliore del precedente, triste e minimizzato in ogni sua espressione.


ATTENZIONE PUO' CONTENERE DOSI ELEVATE DI SACCAROSIO, UNA QUANTITA' DI MIELE PARI ALLE ZAMPINE PELOSINE SPORCHE DI WINNIE THE POOH, UN GRUPPETTO DI CARIE RIUNITE A FAR FESTA NELLE VOSTRE BOCCHE, UN DIABETE FULMINANTE.




Questo Natale sarà con molte probabilità il migliore della mia vita ad oggi, risultato di un anno ai limiti del fiabesco.
Ho appena letto tra le pagine del libro che la mia bionda amica ha pubblicato (giornata piena d'ispirazioni) che pur utilizzando i migliori prodotti estetici, praticando gli sport più faticosi e seguendo le diete più in voga, niente ti renderà bella come la sensazione di amare ed essere amata.
Il 2012 ha portato nella mie giornate non poco scompiglio.
Licenziamento, cambio di stanza, cambio di letto (per fortuna non cambio di materasso), amicizia finita, colpo della strega, doppie punte...
Poi sei arrivato tu ed hai annullato l'effetto negativo e catastrofico di tutti gli intoppi che la vita mi ha posto davanti.
Non soffro neanche più la sindrome premestruale.

Ho pensato a lungo ad una wish-list per il mio Natale 2012, ma la verità è che il regalo più bello e prezioso l'ho già ricevuto.
Alzi la mano chi tra di voi non amerebbe un ragazzo ricevere un sms che promette giornate di MFW (scritto così lo giuro), fotografie su instagram che ritraggono orgogliose i tuoi smalti ma soprattutto, quante di voi possono testimoniare di uomini che si accorgono non solo che hai le unghie colorate ma anche che, negli ultimi tre giorni, hai dimenticato di cambiare nuance?

Non ho voglia di raccontare altro perchè credo ancora fortemente nell'intimità della coppia ma pensando ai regali di Natale, ho voluto condividere con voi il mio sorriso ebete quando, nel mese di Aprile, ho potuto aprire il mio cadeau alto 188 cm.


Ps. ovviamente i beni materiali sono preziosi e non vi rinuncerò a causa dell'amore. Scherzavo! Presto la mia wish-list di Natale.

giovedì 6 dicembre 2012

Nella vita ci vuole... PIPPA MIDDLETON!


Vorrei spendere due parole consolatrici per la mia amica Pippa, risparmiarle una serie infinita di dolori dovuti al clamoroso flop del suo libro.
“Celebrate” (questo il titolo), trattava argomenti attuali ed impegnativi che fame nel mondo levati proprio: come organizzare party maestosi e di grande stile.
A quanto pare, voi gente di cultura, di libri non capite proprio una cippa e adesso ci andrà di mezzo la reputazione di questa povera donna.


Cara Pippa Middleton, potrai scrivere pure il prequel di Guerra e Pace ma tutti continueranno a ricordarsi di te esclusivamente per il tuo magnifico CULO.
 




 

Beyonce voleva rimanere a casa!


Devo dire che questo periodo mediamente felice della mia vita mi sta spiazzando.
Per mettermi in pari con la tristezza ed il cinismo che mi hanno sempre accompagnata nei miei giorni migliori, ho scelto ultimamente di guardare film deprimenti, così tristi che mi vien voglia di prendere strapparmi il cuore dal petto e gettarlo contro il televisore.

Questa giuoia immensa mi ha impedito di prendermela con il prossimo così, in modalità random.
Oggi Beyonce ha rotto l'incantesimo.

Cara B se volevi rimanere in casa potevi pure dirlo!
Capisco che la cerimonia per l'award "Sportsman of the Year", di Sports Illustrated, possa rappresentare per te ciò che per me è guardare la partita dell'Inter con il mio fidanzato ma uno sforzo avresti potuto farlo.

COME TI SEI VESTITA?


Non saprei veramente da che parte iniziare a demolire quest'outfit.
Quindi non lo farò e lascerò che le immagini e la faccia contrita del marito parlino da sole.



mercoledì 5 dicembre 2012

Lea Michele nuova ambasciatrice L'Oreal Paris


Devo ammetterlo, appena un paio d'anni fa ero totalmente innamorata della serie tv Glee e di tutti i suoi vivaci personaggi canterini.
Poi la noia prese il sopravvento.
La ripetitività delle love story e degli intrecci iniziò a non interessarmi più ma ciò che, ancora oggi, mi manca è il talento degli attori.
Voci spettacolari accompagnano i 40/45 minuti di video e la bravura dei ballerini non è certo da meno.

Oggi una stellina di Glee, diventata ormai un astro splendente, entra a far parte del mondo L'Oreal Paris, sto parlando di Lea Michele.
La saccente ed egocentrica Rachel Berry è riuscita, grazie al suo talento,  a conquistare il mondo intero ed oggi è testimonial di un marchio europeo celebre da anni in tutto il mondo.


"Sono cresciuta su un palco e credo che non dimenticherò mai la prima volta che ho potuto provare il rossetto di L'Oréal Paris: fu un istante magico e dal quel momento sono diventata io stessa una fan del marchio francese. Certo per capire appieno il messaggio che il brand vuole comunicare, mi ci è voluto qualche anno in più, ma ora so che per L'Oréal Paris quello che conta è che ogni donna possa essere capace di esprimere la propria bellezza in maniera autonoma.
Mi sento onorata di poter diffondere un messaggio come questo nel mondo, specie verso le ragazze più giovani".

Aspetto di sentirle dire PERCHE' VOI VALETE.

Donne è arrivato il tessuto anticellulite


Presentato ai saloni internazionali di Cannes e Monaco di Baviera, questo tessuto Made in Italy promette di migliorare il nostro aspetto e di conseguenza la nostra autostima.
STAREMO A VEDERE.
Intanto per saperne di più potete leggere qui.

martedì 4 dicembre 2012

Kate Middleton ama il vintage


Catherine Elizabeth Middleton, duchessa di Cambridge, moglie del celebre principe William d'Inghilterra finalmente è in dolce attesa.
Non baderò ai commenti e alle scommesse riguardo la futura prole e l'origine del suo concepimento (latte di cocco? Ma siamo seri?). NO.
Piuttosto vorrei soffermarmi sull'amore sfrenato che, evidentemente, Kate nutre per il vintage.

lunedì 3 dicembre 2012

Katy Perry in Marchesa al Trevor Project’s 2012

Splendido abito Marchesa per Katy Perry.
La cantante ventottenne ieri sera ha ricevuto il premio onorario Trevor Project's, durante il Trevor Live presso il The Hollywood Palladium di Los Angeles.
La serata (che ospitato numerose celebrità tra le quali gran parte del cas di Glee) ha come scopo principale, quello di sensibilizzare contro pregiudizi e fanatismo nei confronti dell'omosessualità ed in generale, contro qualsiasi forma di razzismo o perversione che possa indurre al suicidio.