lunedì 12 dicembre 2011

Non sei tu, sono io!

Amore 2.0


Ultimamente mi fermo spesso a riflettere su quanto le mie giornate siano
colme d'amore virtuale.
Con i miei amici, sempre presenti, parlo praticamente di tutto e questo non
potrebbe accadere senza il mio fidato BlackBerry.
Un po' lo amo, un po' lo odio.
Whatsapp, BBM (blackberry messenger), email, Facebook, Twitter io così come
il 90% di voi, quando non sto davanti al pc, rimedio utilizzando quel
prolungamento della mia mano dotato di tastiera Qwerty.
Vi è mai passato per la mente di innamorarvi di qualcuno in questo modo?!

Una love story basata sugli status dei social network e frasi tipo
"questopostèdedicatosicuramenteame!"?


Alla mia amica Gilda si!
Lei ha conosciuto un uomo, un figo a quanto pare!
Amante del cinema e dei libri, esperto conoscitore della lingua italiana
(una vera perla di questi tempi), un fenomeno con le parole, un uomo
abituato a masticare abitualmente la lingua inglese.
Gilda perde immediatamente la testa, vuoi per il fattore email a raffica
stile "c'è posta per te", vuoi per fiori e cioccolatini ricevuti
misteriosamente sul posto di lavoro... insomma siamo donne (oltre le gambe
c'è di più).

I due amanti cibernetici, decidono così di incontrarsi.
La domanda è:
" Ma era proprio necessario??? "
Di casi umani il mondo ne è pieno ma sono quelli camuffati da perfetto uomo
del 2011, ad infrangere i migliori sogni di noi, povere illuse della nuova
era.
Noi che non ci aspettiamo più un uomo a cavallo, con la piuma sul cappello,
ma un ragazzo ben vestito, con una certa dimestichezza al ristorante 
(ad esempio nella scelta del vino) ed il fascino del bello e dannato che conquista sempre tutte.

Cosa fare se, quel gentleman conosciuto online, dal vivo si rivela un vero
e proprio sfigato?
Un essere umano di sesso maschile, incapace di applicare le regole basilari
del flirt?
Alzate i tacchi, perchè si presume che abbiate indossato almeno 10 cm di
bontà per far colpo su di lui... Si LUI, che non si è neanche preoccupato
di acquistare una camicia decente o indossare un maglione, scampato per lo
meno al crollo del muro di Berlino.

6 commenti:

  1. oggi mi allenavo a coniugare a caso dei verbi... SPETTACOLO!
    GOGO

    RispondiElimina
  2. Ahahahahahah Però sono convinta che siano le donne che "modificano" di più le proprie caratteristiche fisiche... Siamo troppo insicure.... Comunque io rimango della vecchia scuola: uno sguardo rubato per caso in un bar o sul tram vale più di trecento e mail o messaggi su fb!

    Robi

    RispondiElimina
  3. ahahaha che bruttooooo povera gilda
    C.

    RispondiElimina
  4. Che storia famigliare.

    No dico, famigliare proprio.

    Tipo n'amica mia ha avuto una cosa del genere. MA UGUALE UGUALE EH.

    E io anche, con qualche mese d'anticipo e qualche variazione sul tema. Solo che nel mio caso lo Sfigghy grazie al peso del successo si è fatto un makeover ed è diventato pure figo. Cioè figo per quanto lo possono essere gli intellettuali, che si sa, viaggiano ben sotto la media.

    RispondiElimina
  5. Spettacolo questa storia fede sei la migliore kiss

    RispondiElimina
  6. cool blog!!!

    http://vigilantlense.blogspot.com/

    http://www.bloglovin.com/en/blog/3273128/vigilant-lense

    RispondiElimina